Boggi Cities

I giardini della Liguria

La Cervara, Abbazia di San Girolamo al Monte di Portofino

La Liguria è famosa in tutto il mondo per i suoi resort balneari situati tra le acque blu del Mediterraneo e le verdi montagne dell’entroterra. Quello che non tutti sanno è che è ricca di molte altre attrazioni meno conosciute come giardini e parchi storici che offrono bellezze naturali in ambientazioni spettacolari, con una storia che ci conduce dal Rinascimento alla contemporaneità. Di seguito vi riportiamo cinque esempi, tutti facilmente raggiungibili da Genova sia per mare che per terra.

Villa Della Pergola, Alassio

I Giardini di Villa della Pergola ad Alassio rappresentano un raro esempio di giardino inglese in Italia, espressione dei contatti strettissimi tra l’Inghilterra e Genova– la città di Genova e il paese oltremanica condividono la stessa bandiera – dall’epoca dei poeti romantici. Commissionati nel 1875 dal generale McMurdo, passarono poi a Sir Walter Darlymple, cugino di Virginia Woolf, e poi a Daniel Hanbury nel 1922 che arricchì i giardini con molte specie botaniche. Il Parco è famoso per la diversità della flora mediterranea ed esotica e per le fioriture stagionali. Fra le collezioni più importanti, i glicini con più di 30 varietà, e quella di Agapanthus, in assoluto la più estesa d’Europa con oltre 400 specie.

Villa Della Pergola, Alassio

Villa Durazzo Pallavicini, Genova Pegli

Il Parco Pallavicini di Pegli rappresenta un’eccellenza tra i giardini romantici europei. Si sviluppa su otto ettari di collina nel distretto di Pegli, a qualche chilometro dal centro di Genova in un’ambientazione con influssi esoterici e massonici, per una visita che è sia botanica che filosofica. Il percorso comprende laghetti, torrenti, cascate, edifici da giardino, nonché la più antica collezione italiana di camelie.

Villa Durazzo Pallavicini, Genova Pegli

Villa Serra, Comago, Sant’Olcese

Il parco di Villa Serra di Comago si estende su una superficie di 9 ettari ed è stato impiantato a metà dell’ottocento nello stile paesaggistico inglese che, a quell’epoca, andava tanto di moda. Oltre ai giardini è stato costruito anche un cottage in stile tudor e una torre merlata. Nel 1992 il parco è stato riaperto al pubblico dopo un restauro che lo ha riportato al suo aspetto originario, con viste scenografiche immerse in paesaggi suggestivi.

Villa Serra, Comago, Sant'Olcese

La Cervara, Abbazia di San Girolamo al Monte di Portofino

Il Monte di Portofino è un ambiente spettacolare sopra l’omonima cittadina, perla del Tigullio. È qui che nel 1361 i monaci benedettini fondarono un monastero dedicato a San Girolamo. Le piante disposte lungo le bordure creano motivi geometrici nel Giardino Monumentale, come le vigne degli antichi pergolati. Fra i punti salienti, le fioriture del glicine plurisecolare, il rincospermo o falso gelsomino e il Giardino dei Semplici con erbe aromatiche e una collezione di rari agrumi in vaso.

La Cervara, Abbazia di San Girolamo al Monte di Portofino

Villa Durazzo, Santa Margherita Ligure

Il parco storico di Villa Durazzo si estende per tre ettari al centro di Santa Margherita Ligure e comprende tre sezioni, l’Agrumeto, il Giardino all’Italiana, e il Bosco Romantico all’inglese. In più, il romantico Giardino Segreto e il roseto Virna Lisi.

Villa Durazzo, Santa Margherita Ligure

Il patrimonio dei giardini liguri è stato valorizzato dalla partnership tra Marina Genova (www.marinagenova.it) evLigurian Gardens (www.liguriangardens.com) nel progetto “Le vie del mare.” Tutti e cinque dei giardini possono essere raggiunte in barca, grazie alla collaborazione del charter nautico AYT Associazione Yacht Travel.