Gentleman’s World

Jazzfest di Berlino 2018

Jazzfest Berlin 2018, Jaimie Branch

Per quattro giorni, dal 1 ° al 4 novembre 2018, quasi 200 musicisti provenienti da 15 Paesi si esibiranno all’ Haus der Berliner Festspiele e in altri luoghi della città, al 55° Jazzfest di Berlino. Il festival è uno degli eventi più importanti del settore, con le sue tradizioni e caratteristiche. L’edizione di quest’anno avrà un nuovo direttore artistico, Nadin Deventer, ed esplorerà diverse direzioni della musica: giovani talenti e icone consolidate, la musica del passato e del futuro, il contrasto tra il jazz europeo e di Chicago e tra le origini afro-americane del jazz e l’attuale afrofuturista.

Musica afrofuturista

Il festival inizierà presso la “Haus of Jazz” con l’opera afrofuturista “Mandorla Awakening” di Nicole Mitchell e il Black Earth Ensemble. La flautista Nicole Mitchell e il suo ensemble creano una musica bellissima, morbida, aperta e oscillante e, di certo, quest’apertura costituirà il momento clou. Rappresenta un qualcosa di più della semplice musica: Mitchell immagina come potrebbe svilupparsi la società attuale, proiettandosi nel 2099 in una sorta di futurismo spirituale in cui la cultura afroamericana gioca un ruolo importante.

Una fusione tra il jazz del passato e del futuro

Alla “Haus of Jazz”, è presente un altro palcoscenico al piano seminterrato dove il KIM di Berlino (Kollektiv für Komponierte und Improvisierte Musik) si esibirà in performance innovative. Rob Mazurek eseguirà “Exploding Star International: Chicago-Berlin”, creato appositamente per il festival. Questi sono solo tre degli eventi che si terranno la prima sera ma in programma c’è molto di più. Gli appassionati del jazz antico saranno interessati al lavoro audiovisivo su James Reese Europe, musicista afro-americano che ha combattuto nella prima guerra mondiale con il 369 ° reggimento della fanteria afroamericana, dirigendo anche la band regimental. Questa band ha avuto un ruolo fondamentale nell’introduzione del jazz nei Paesi europei grazie ai concerti organizzati per le forze alleate che combattevano in Francia. Un altro concerto fornisce un ulteriore sguardo alle origini del jazz, con Marcin Masecki (pianoforte) e Jerzy Rogiewicz (batteria) che eseguono la loro abile e ironica interpretazione del ragtime.

Questi sono solo alcuni dei punti salienti: se vi piace il jazz, vi consigliamo di visitare Berlino per quanti giorni potete dal 1 ° al 4 novembre.

Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare il sito Jazzfest Berlin. Qui trovate il programma dell’evento.

Jazzfest Berlin
Berliner Festspiele
Schaperstraße 24, 10719 Berlin