Gentleman’s World

Monza e le leggende della Formula 1

Ferrari tifosi at the Monza racetrack

Monza è sinonimo del Gran Premio d’Italia. Quando fu completato, nel 1922, l’Autodromo Nazionale di Monza era il terzo circuito automobilistico permanente al mondo, dopo Indianapolis e Silverstone. Il primo Gran Premio d’Italia si è svolto su un circuito di 17 km vicino a Brescia nel 1921, e la decisione di costruire il nuovo circuito di Monza è stata causa di divisione dei circoli aristocratici italiani. La pausa alla fine portò alla fondazione della corsa Mille Miglia, con partenza e traguardo a Brescia. Oggi Monza è il circuito di Formula 1 più veloce e, per gli appassionati italiani, rappresenta ‘La pista magica’.

Una lunga serie di vittorie rosse

Il pilota che ha vinto più volte sul circuito di Monza è Michael Schumacher con un totale di 5, e non ci vuole molto per indovinare quale squadra ha ottenuto più vittorie: Ferrari, con 19. Nel corso degli anni, Monza ha visto la sua quota di eccitazione, gloria e tragedia. Tra le tante personalità che hanno brillato su questa pista, Tazio Nuvolari è diventato rapidamente una leggenda. Lo scrittore Gabriele d’Annunzio gli regalò un distintivo d’oro a forma di tartaruga nel 1932 e Nuvolari lo indossò da quel momento in poi, fino a diventare il simbolo rappresentativo dell’autista.

Tazio Nuvolari Monza

Dreyfus e Nuvolari al Grand Prix de Pau, 1935, foto Agence de presse Meurisse – Bibliothèque nationale de France, dominio pubblico

Leggende in pista

Un’altra leggenda di quei decenni pionieristici fu Juan Manuel Fangio. Nel 1952, si era accordato per guidare per Maserati in una gara a Monza il giorno dopo aver preso parte a un’altra competizione a Dundrod in Irlanda. Ha perso il suo volo e con un altro aereo è stato in grado di volare solo fino a Parigi. Da lì ha guidato tutta la notte per raggiungere Monza, ed è arrivato mezz’ora prima dell’inizio della gara. La stanchezza lo ha colpito e ha avuto un grave incidente al secondo giro, impiegando così il resto dell’anno per riprendersi. L’anno successivo, Fangio vinse il Gran Premio d’Italia a Monza, e fece lo stesso nel 1954 e nel 1955, diventando il solo pilota ad aver vinto tre volte consecutive su questo circuito.

Juan Manuel Fangio in front of Alberto Ascari at the Monza racetrack

Juan Manuel Fangio davanti ad Alberto Ascari all’Autodromo di Monza, Grand Prix d’Italia 1954, foto di dominio pubbico, trasferito da Cancellieri/de Agostini – F.1 33 anni di Gran Premi iridati – Conti editore – 1982

La pista più veloce di Formula 1

La corsa con il finale più accattivante di Monza è avvenuta durante il Gran Premio d’Italia del 1971. A quel tempo, non c’erano chicane che rallentavano la pista infatti il percorso consisteva in quattro rettilinei collegati da curve veloci. Proprio così 5 vetture sono riuscite a tagliare il traguardo a meno di un secondo l’una dall’altra, con il britannico Peter Gethin con solo un centesimo di secondo di vantaggio rispetto a Ronnie Peterson. Questa gara di Formula 1 è stata la più veloce di sempre, ad una velocità media di poco più di 242 km/h, un record che sarebbe stato battuto solo 32 anni dopo.

End of the 1971 Italian Grand Prix, Monza

Il traguardo del Grand Prix d’Italia 1971, Monza, foto di dominio pubblico

Eroi a Monza

Ci sono stati anche atti di eroismo a Monza. Al Gran Premio del 1978, James Hunt fermò la sua auto subito dopo l’incidente multiplo che coinvolse l’autista svedese Ronnie Peterson, e tornò di corsa alla macchina in fiamme e lo aiutò a farlo uscire. Tragicamente, Peterson morì per complicazioni dopo l’intervento il giorno successivo. Altre importanti occasioni includono la vittoria di Gerhard Berger per la Ferrari nel 1988, contro ogni previsione, appena un mese dopo la morte di Enzo Ferrari, e l’annuncio emozionale di Michael Schumacher del ritiro dopo aver vinto il Gran Premio di Monza nel 2006.

James Hunt

James Hunt, foto Gillfoto – own work, CC BY-SA 3.0

Gran Premio d’Italia 2018

Il Gran Premio di Monza 2018 sarà più emozionante che mai, continuando il duello tra Mercedes e Ferrari. Se vincerà Lewis Hamilton, eguaglierà le 5 vittorie di Schumacher su questa pista. Ma Sebastian Vettel si sta godendo l’eccezionale prestazione e affidabilità della Ferrari SF71H, e dopo la sua vittoria a Spa in Belgio, Sebastian vorrebbe vincere per la prima volta con Ferrari a Monza. Sicuramente le migliaia di tifosi che saranno presenti dal 31 agosto al Gran Premio d’Italia di domenica 2 settembre lo aiuteranno.

Boggi Milano a Monza

A Monza ci sono due store Boggi Milano, uno sulla strada principale, e un Factory Store.

Street:
Via Italia 29
20900 Monza (Monza-Brianza)
Tel. +39 039 230 88 51
monza@boggi.it

Orari:
Lunedì 15.30-19.30
Martedì-venerdì 9.30-12.30, 15.30-19.30
Sabato 9.30-13.00, 15.00-19.30
Domenica 10.00-13.00, 15.30-19.30

Factory Store:
Via Borsa 23
20900 Monza (Monza-Brianza)
Tel. +39 039 5964 129
factory.monza@boggi.it

Orari:
Lunedì 15:15-19.30
Martedì-venerdì 9.30-12.30, 15.15-19.30
Sabato 9.30-13, 15.15-19.30

Store locator