Man’s World

Ford Mustang Shelby GT 500, il morso del cobra

Ford Mustang Shelby GT 500

La Ford Mustang occupa un posto speciale nel cuore di ogni appassionato. E’ l’auto che ha inventato la categoria delle pony car, che non va assolutamente confusa con quella delle muscle car. Quindi non importa se preferiate le supercar emiliane oppure quelle tedesche o giapponesi non importa, perché la Mustang è un caso a parte. Ovviamente ognuno preferisce qualche versione particolare ed è facile perdere la testa per i modelli resi famosi dal cinema, partendo dalla arcinota “Eleanor” di Fuori in 60 secondi (una Shelby GT 500 del 1968) oppure la Shelby GT 350 guidata da Steve McQueen in Bullitt. Parlando di sigle, i numeri sono molto importanti nella tradizionale nomenclatura della Ford Mustang. Nell’era moderna il “350” ha distinto le varianti aspirate più potenti, mentre il “500” quelle con la sovralimentazione. Come la Shelby GT 500 appena presentata al Salone di Detroit.

Ford Mustang Shelby GT 500

Questa Mustang sembra uscita da un videogioco, oppure dal disegno di un bambino appassionato di auto, tanto le sue forme sono estreme ed esagerate. Sulla calandra il classico cavallo al galoppo ha lasciato spazio al cobra minaccioso della Shelby, un tempo factory di preparazione delle Ford più sportive e da anni di proprietà della Casa di Dearborn. Il suo veleno è finito dritto dentro tutti e 8 i cilindri di quello che è a tutti gli effetti il motore di serie più potente nella storia della Ford. E’ costruito interamente a mano, ha una cilindrata di 5,2 litri e soprattutto un compressore volumetrico che riporta in auge la “vecchia scuola” e porta la potenza massima a 700 CV. Tutti questi cavalli finiscono sulle ruote posteriori che sono aiutate a trovare grip sull’asfalto dal differenziale posteriore a slittamento limitato. Parlando invece di massa, la sportiva Ford storicamente non vanta un bilanciamento ideale, perché tutta la meccanica si trova davanti, incluso il cambio che per la prima volta è un moderno doppia frizione a 7 rapporti prodotto da Tremec e ha un tempo di cambiata di 100 millisecondi.

Ford Mustang Shelby GT 500

Finora, infatti, le Mustang erano sempre state disponibili con trasmissioni manuali oppure automatiche con convertitore di coppia. Grazie anche a questa svolta tecnologica, la Shelby GT 500 è in grado di bruciare il classico passaggio 0-100 km/h in soli 3 secondi, mentre la velocità massima supererà di gran lunga i 300 km/h. Così le sospensioni elettroniche MagneRide sono state completamente riviste e i cerchi in lega sono cresciuti fino a 20 pollici. Possono calzare pneumatici Michelin Pilot Sport 4S e Pilot Sport Cup 2, a seconda dell’uso più o meno racing previsto dal proprietario, mentre l’impianto frenante è firmato Brembo, con dischi anteriori da 420 mm e pinze a 6 pistoncini. Infine, si può scegliere tra due diversi pacchetti aerodinamici, il più estremo dei quali è praticamente lo stesso delle Mustang da gara omologate GT4.

Alessandro Vai