Man’s World

I 5 circuiti (più uno) più famosi d’Europa

Nurburgring Germany

Per gli appassionati di auto, di moto e soprattutto della guida sportiva, non c’è luogo migliore del circuito per dare sfogo a tutta la voglia di velocità, portare il proprio mezzo al limite e farlo nel massimo della sicurezza possibile. Tutto questo tenendo presente che prima di entrare in pista per la prima volta sarebbe meglio avere qualche conoscenza di base, sia a livello di tecnica di guida che riguardo le regole della guida in pista (bandiere, traiettorie, ecc.ecc.). Anche perché quando si entra in circuito, anche solo per un turno di prove libere o i trackday, non esistono assicurazioni e in caso di scontro o incidente ognuno si ripaga i propri danni. A livello di prestazioni pure, invece, ogni circuito ha le sue classifiche più o meno ufficiali dei tempi in pista, ma difficilmente si trovano sui siti ufficiali. È molto più semplice, invece, trovarli nei forum di appassionati di guida. Ogni Paese europeo ha i suoi circuiti storici e più famosi, così ne abbiamo selezionati cinque (più uno che era impossibile tenere fuori) che rappresentano a loro volta il non plus ultra di ogni nazione, non solo in termini di fama ma anche di guida.

Francia – Paul Ricard

Il circuito Paul Ricard, a volte chiamato anche con il nome della cittadina che lo ospita, cioè Le Castellet, è colmo di storia. Inaugurato nel 1970, è stato teatro di tutte le serie maggiori dell’automobilismo e del motociclismo. Attualmente le competizioni maggiori che si disputano sono la Formula 1, il Campionato FIA GT e il Bol d’Or, storica gara motociclistica di endurance. Il tracciato è famosissimo per la Courbe de Signes, cioè la curva a sinistra che si percorrere a tutto gas dopo il lunghissimo rettilineo Mistral, che misura 1,8 km.

Paul Ricard circuit Le Castellet

Paul Ricard circuit at Le Castellet in France, hoto courtesy of United Autosports/flickr.com

Germania – Nürburgring

Il Nürburgring è un complesso tedesco dove ci sono diversi circuiti. In quello moderno si corrono le massime competizioni mondiali, ma è la Nordschleife la pista più famosa. Un tracciato di quasi 21 km che si snoda nei boschi della Foresta Nera senza quasi nessuna via di fuga. Qui convergono appassionati da tutti il mondo anche solo per fare un giro e le Case automobilistiche lo affittano spesso in esclusiva per misurare le prestazioni dei propri modelli sportivi. Qui si corre anche la durissima 24 Ore del Nürburgring.

Nurburgring Germany

Nurburgring, photo courtesy of TransformersMan/flickr.com

Inghilterra – Silverstone

Costruito nel 1947, il circuito di Silverstone è il più famoso di tutta la Gran Bretagna. Sede delle gare di Formula 1, della MotoGp e della Superbike. Negli anni è stato modificato diverse volte ed è famoso per i suoi cambi di pendenza continui ma anche per il meteo piuttosto instabile nella contea di Northamptonshire che porta spesso ad avere gare bagnate. A oggi è uno dei tracciati più lunghi con i suoi 5.891 metri di sviluppo ed è molto tecnico per le sue caratteristiche molto variabili.

Silverstone circuit

Silverstone circuit, photo courtesy of Carl J./Unsplash

Italia – Imola

Sebbene l’autodromo di Monza sia molto più antico di quello di Imola, è quest’ultimo quello preferito da tutti i piloti. Con i suoi quasi 5 km di tracciato, i saliscendi, le curve cieche e il veloce rettilineo, Imola (intitolato a Enzo e Dino Ferrari) è un circuito che sa selezionare i “manici” migliori. Nella storia sono passate di qui tutte le maggiori competizioni ed è una delle poche piste dove si gira in senso antiorario. È qui che Ayrton Senna ha avuto l’incidente mortale nel 1994 a causa della rottura del piantone dello sterzo della sua Williams.

Formula Renault at the Imola circuit, photo courtesy of mmphotography.it/flickr.com

Spagna – Jerez de la Frontera

Dei tanti circuiti che ci sono in Spagna, Jerez è sicuramente il più famoso anche se negli ultimi anni è stato ritenuto troppo lento per le Formula 1 che si sono trasferite in Catalogna. Tuttavia le MotoGP sono ancora qui e si sfidano sui 4,4 km di un tracciato che alterna grandi staccate, curvoni in percorrenza e molte curve lente. È intitolato ad una delle leggende del motociclismo spagnolo, cioè Angel Nieto e per il suo posizionamento favorevole è allettante per i piloti anche nei mesi più freddi.

Jerez de la Frontera circuit

Jerez de la Frontera Circuit, photo courtesy of El Pantera CC BY-SA 4.0

Belgio – Spa-Francorchamps

Spa è uno dei circuiti più famosi del mondo. Vecchio quasi di cento anni è stato teatro di mille battaglie, principalmente in auto, anche se in passato ha ospitato anche il Campionato Superbike. Si snoda all’interno della foresta delle Ardenne ed è lungo ben 7 km. La parte più famosa è senza dubbio la Eau Rouge, cioè una S in salita con doppia compressione che i piloti migliori affrontano senza sollevare il piede dal gas. Qui si tiene anche la 24 Ore di Spa, una delle gare di durata più famose del mondo.

Circuit at Spa Francorchamps

Circuit at Spa Francorchamps, photo courtesy of Anyul Rivas/flickr.com