Man’s World

Mille Miglia, una storia leggendaria

Mille Miglia 2018

La Mille Miglia si è fin da subito rilevata uno sport da Gentleman. Ancor prima che iniziasse la primissima corsa su strada Brescia era il cuore dell’ingegneria automobilistica italiana e delle corse automobilistiche. Il Circuito di Brescia è stato appositamente costruito per correre nel 1905. Due giovani aristocratici della città, Franco Mazzotti e Aymo Maggi, avevano l’abitudine di guidare da Brescia a Milano facendo a gara col treno che avevano a fianco per poi incontrare altri appassionati di auto al bar Biffi in Galleria Vittorio Emanuele. Tutti sapevano che era arrivato il momento di costruire un nuovo circuito a Brescia e rimasero scioccati quando Arturo Mercanti, anche lui bresciano, decise di fondarlo nel 1922 a Monza, appena fuori Milano. Si chiamava Autodromo Nazionale ed era il terzo circuito al mondo costruito appositamente per le corse. Mazzotti, Maggi e altre personalità automobilistiche decisero che bisognava fare qualcosa per restituire a Brescia il prestigio connesso al mondo degli sport motoristici per cui organizzarono una gara di 1.600 km, andata e ritorno da Brescia a Roma. Mazzotti si rese conto che il percorso era più o meno equivalente a mille miglia e da qui trovò il nome della gara. La segnaletica stradale a freccia rossa gli fornì il logo fino a diventare un vero e proprio marchio che oggi appare su tutti i prodotti, compresi i meravigliosi orologi meccanici di Chopard.

Mille Miglia 2018

La prima gara si tenne nel 1927 ed è stata una vera gara su strade per lo più senza limiti. I conducenti che si trovavano dietro erano accecati da nuvole di polvere. Uno dei partecipanti era un pilota anonimo “Frate Igoto”, ma in realtà si trattava di Arturo Mercanti che non era mai stato perdonato dal popolo bresciano per aver spostato l’attenzione mobilistica italiana su Monza. 51 dei 77 partecipanti hanno completato la corsa con l’auto vincente, un O.M., concludendo il percorso in poco più di 21 ore con una media di 47,9 mph. Le edizioni successive sono seguite con manifestazioni leggendarie: Nuvolari che sorpassa Varzi nelle prime ore del mattino guidando nell’oscurità con i fari spenti; Hans Herrmann e il co-pilota Herbert Linge che abbassano la testa guidando sotto le sbarre di un passaggio a livello chiuso poco prima dell’arrivo del treno; Stirling Moss che ha stabilito il tempo record nel 1955 con poco più di 10 ore nel 1955. Trattandosi però di un evento pericoloso la gara è stata bandita dopo l’edizione del 1957. Oggi, nel suo formato di gara da corsa in regola, è ancora “la gara più bella del mondo”, virtualmente un museo automobilistico mobile e, quest’anno, si terrà dal 16 al 18 maggio.

La Mille Miglia 2018 vedrà la partecipazione di circa 470 vetture dal 1927 al 1957, con un discreto numero di team tutti femminili. Tra le celebrità ci saranno i piloti di Formula 1 Jochen Mass e Jacky Ickx, il cantante rock Piero Pelù, il designer Marc Newson, il co-presidente di Chopard Karl-Friedrich Scheufele.
Ecco il programma:

Mercoledì 16 maggio:

partenza da Brescia alle 14.30 e arrivo a Cervia-Milano Marittima in serata.

Giovedì 17 maggio:

2 ° giorno. Le prime auto partono da Cervia-Milano Marittima alle 6.30, si fermano ad Arezzo per pranzo dalle 13, e arrivano a Roma dalle 20.15 in poi.

Venerdì 18 maggio:

il 3 ° giorno vede le vetture guidare da Roma a Parma, raggiungere Monteriggioni per pranzo dalle 12:30 e arrivare a Parma dalle 21.15 in poi.

Sabato 19 maggio:

ultimo giorno, partenza da Parma alle 6.30, pausa pranzo all’Autodromo di Monza e arrivo a Brescia dalle 16.00. La cerimonia di premiazione si terrà dalle 19:00 e i festeggiamenti continueranno con l’evento “1000 Miglia – The Night” nel centro di Brescia.

Per scoprire di più vi invitiamo a visitare www.1000miglia.it