Man’s World

Vespa Elettrica, dal “due tempi” alle emissioni zero

Piaggio Vespa Elettrica

La Vespa è indiscutibilmente uno dei simboli dell’Italia, non solo della motorizzazione ma anche della cultura del Paese. Nata nel 1946 dalla mente geniale dell’ingegner Corradino D’Ascanio, ha contribuito al successo globale della Piaggio ed è entrata in tutte le case degli italiani. Prima il motore due tempi, poi il più pulito quattro tempi e da ultimo l’elettrico, un percorso che certifica un’evoluzione tecnica, in cui però la Vespa è rimasta sé stessa, tanto dal punto di vista estetico quanto caratteriale. Ovviamente per adesso la Vespa Elettrica non sostituisce le altre motorizzazioni tradizionali, ma rappresenta una scelta alternativa per chi vuole essere un pioniere della mobilità a zero emissioni. Il prezzo di 6.390 euro la posiziona al top della gamma, serie speciali escluse. Si può acquistare online, sul sito  www.vespa.com o su quello dedicato elettrica.vespa.com, oppure nelle concessionarie Piaggio.

Piaggio Vespa Elettrica

Vespa Elettrica, photo courtesy of piaggiogroup.com

L’accelerazione elettrica

Attualmente è in vendita nei mercati europei, ma nei prossimi mesi arriverà anche in Asia e negli Stati Uniti. Sotto la sella c’è un motore elettrico da 4 kW, che la rende assimilabile a un 50 cc. La velocità massima è di 45 km/h, ma dimenticatevi l’accelerazione lenta dei motorini, perché la Vespa Elettrica che può contare su ben 200 Nm di coppia, praticamente la stessa di un piccolo turbodiesel. L’autonomia massima è di 100 km, più facile da ottenere con la modalità di guida Eco che limita la velocità a 30 km/h. Spostarla da fermo è facile perché c’è anche la retromarcia mentre per la ricarica si utilizza il cavo integrato nel sottosella, dove rimane spazio per un casco jet. Per fare il “pieno” di corrente da una presa domestica servono quattro ore, un tempo che scende utilizzando le colonnine di ricarica.

Piaggio Vespa Elettrica, front view

Piaggio Vespa Elettrica, photo courtesy of piaggiogroup.com

Vespa Elettrica – uno scooter connesso

La manutenzione del motore è ridotta praticamente a zero e la batteria garantisce un’ottima efficienza fino a mille cicli di ricarica completi che equivalgono a una percorrenza di 70.000/90.000 km, ovvero a oltre dieci anni di utilizzo di un mezzo pensato per il commuting urbano. Superati i mille cicli, secondo Piaggio, la batteria conserva l’80% della sua capacità e rimane utilizzabile. La Vespa Elettrica è anche connessa, con l’ultima versione della Multimedia Platform, il sistema multimediale per collegare lo smartphone al veicolo e visualizzare una serie di informazioni, come le chiamate in entrata e i messaggi, nella strumentazione digitale con display TFT a colori di 4,3 pollici. Il sistema permette anche di rispondere alle telefonate attraverso i tasti al manubrio e di sfruttare i comandi vocali dello smartphone per effettuare chiamate o riprodurre musica, ma anche di geolocalizzare la propria Vespa da remoto.

Alessandro Vai

Piaggio Vespa Elettrica

Vespa Elettrica, photo courtesy of piaggiogroup.com