Man’s World

Volkswagen Touareg, la sfida ai SUV premium

Volkswagen Touareg 2018

Klaus Bichoff, cioè il responsabile del design del marchio Volkswagen ha utilizzato un concetto chiaro per definire la nuova Touareg: “Design e tecnica si fondono alla perfezione, realizzando una vettura che rappresenta la nuova ammiraglia Volkswagen”. Dopo l’uscita di scena della Phaeton, infatti, il compito di essere la “flaghip” della Casa di Wolfsburg è stato affidato alla Touareg. Questa è la terza generazione del modello e sposta in alto l’asticella della tecnologia come mai prima d’ora. Rispetto alla precedente è più lunga di 8 cm e ha un design più filante, mentre il frontale segue il nuovo corso stilistico Volkswagen che è riconoscibile anche a prima vista, con la fiancata che è movimentata da una nervatura nella parte superiore. Entrando nell’abitacolo arrivano gli effetti speciali con i due display da 12 pollici e 15 pollici rispettivamente della strumentazione e del sistema di infotainment che per quest’occasione sono stati ribattezzati con il neologismo ‘innotainment.’

Tasti, levette e manopole sono praticamente scomparsi perché attraverso il touchscreen più grande rivestito in vetro si gestiscono tutte le funzioni dell’auto. La sua superficie è così estesa da averne sacrificato una piccola porzione per riprodurre dei tasti fissi. Tutto è personalizzabile e i controlli sono completamente touch con una precisione altissima. Parlando invece di spazio interno, la capacità di carico è salita da 697 a 810 litri, grazie anche alla nuova piattaforma realizzata con un mix di alluminio (48%) e acciai alto-resistenziali (52%) che ha permesso di alleggerire la Touareg di circa 100 kg rispetto al modello precedente ed è anche predisposta per la motorizzazione plug-in ibrida già disponibile in Cina. In Italia, invece, la nuova Touareg si può avere solo con il 3.0 V6 TDI in due livelli di potenza, 231 e 286 CV, ma inizialmente sarà disponibile solo il secondo che è quello che stiamo provando.

I 600 Nm di coppia del turbodiesel devono portarsi dietro 2.070 kg ma fanno davvero poca fatica grazie anche ad equipaggiamenti opzionali come le quattro ruote sterzanti, le sospensioni pneumatiche e le barre stabilizzatrici attive che compensano attivamente il rollio. Quello che ne risulta è un effetto “tappeto volante” di alto livello come si conviene a una vera ammiraglia. La grande spinta del motore è ben gestita dalla trazione integrale 4 Motion e contenuta un impianto frenante correttamente dimensionato. Ma non è tutto, perché la Touareg è anche specializzata nel traino, con un’omologazione fino a 3,5 tonnellate: dispone del gancio di traino estraibile elettricamente e del utilissimo Trailer Assist. Quando il rimorchio è attaccato e bisogna spostare l’auto in retromarcia, basta fermarsi, inserire la retro e premere un pulsante. La nuova Touareg è disponibile in due allestimenti, Style e Advanced che hanno una differenza di prezzo di 11.000 euro. Il passaggio dalla 3.0 V6 TDI da 231 a quella da 286 CV vale invece 4.500 euro. Così il listino parte da 61.000 euro e arriva fino a 76.500 euro.

Alessandro Vai

Vedi anche:
Alfa Romeo Stelvio
Alfa Romeo Stelvio