Menswear Academy

Gli abiti in lino di Boggi Milano

100 percent linen suits

Nella nostra collezione Primavera/Estate 2019 il lino è presente in tutte le aree, con abiti, polo e T-shirt in misto cotone-lino e in molti altri prodotti. L’abito color terra di Siena (BO19P053203) nel 100% lino italiano di Solbiati è uno splendido completo che si contraddistingue per il suo colore audace. Realizzato secondo il modello Mantova, presenta spalle completamente decostruite, giacca sfoderata e pantaloni con tasche frontali diagonali dalla vestibilità Slim Fit. Quest’abito è stato pensato per essere indossato in abbinamento a una polo blu (BO19P027701) e a un paio di sneaker.

burnt sienna linen suit BO19P053203

Boggi Milano 100% burnt sienna linen suit, BO19P053203

Ne proponiamo un’altra versione grigio chiaro (BO19P052901), sempre in 100% lino con giacca Slim Fit che esalta il fisico di chi lo indossa e proposto in abbinamento a una delle nostre novità di stagione, la camicia con collo alla coreana (BO19P118601), per un look moderno ed elegante.

Linen suit by Boggi Milano BO19P052901

Linen suit by Boggi Milano BO19P052901

Infine la terza variante è costituita da un gessato in puro lino di Solbiati, un abito grigio scuro (BO19P052802), anche questo realizzato secondo il modello Mantova e ideale da abbinare a una camicia bluette (BO19P000403), sempre in lino, e a un paio di mocassini scamosciati color navy (BO19P078801).

Il lino, natura dalle alte prestazioni

Il lino è una fibra totalmente naturale, ma le sue qualità hanno molto in comune con i più recenti materiali tecnici, al punto che potrebbe essere descritta come naturalmente high tech. Il lino è un must per gli indumenti estivi per diversi motivi: la fibra stessa ha una microstruttura che favorisce la conduzione termica e quindi la dissipazione del calore corporeo a favore della freschezza. Inoltre il lino è un tessuto più rigido rispetto al cotone e alla seta, per cui è meno probabile che si attacchi alla pelle.

100 percent linen suits

Boggi Milano 100% linen suits, BO19P053203 (burnt sienna) and light grey (BO19P052901)

Durevole ed ecocompatibile

Il lino è più resistente di altri tessuti grazie alla lunghezza delle fibre e, se trattato correttamente, può non solo resistere per decenni ma anche migliorare nel tempo perché la mano inizialmente rigida diminuisce gradualmente. È esente da problemi di elettricità statica e pilling, è ipoallergenico, riciclabile e biodegradabile.

Boggi Milano 100% linen suits, BO19P053203 (burnt sienna) and light grey (BO19P052901)

La lunga storia del lino

Il lino viene prodotto dalla pianta di lino (Linum usitatissimum), il cui gambo è arrotolato per separare le fibre che vengono filate e ordinate in diverse qualità di filato, da estremamente fini a regolari e pesanti. Fu la prima fibra utilizzata dall’uomo per tessere tessuti e fece la sua apparizione prima nelle civiltà mediterranee e, in seguito, venne adottata dai paesi dell’Europa settentrionale. Uno dei manufatti sopravvissuti più antichi è un copricapo di lino risalente al Neolitico, datato intorno al 6500 a.C. e proveniente dalla grotta di Nahal Hemar in Israele, mentre una camicia di lino esposta al Museo Petrie di Archeologia Egiziana della University College di Londra, realizzata nel 3000 a.C è stata decretata come l’indumento tessuto più antico del mondo. Durante i secoli dell’Antico Impero Romano, gli europei erano soliti indossare, sotto le loro vesti di lana, delle tuniche di lino. Per questo motivo la parola ‘lino’ acquisì le sue associazioni con la biancheria intima (il termine lingerie deriva dalla parola francese per lino, lingin). È stato sostituito dal cotone solo nel XVIII secolo con l’introduzione delle macchine per la filatura e l’arrivo di grandi quantità di cotone dal Nord America, ma il lino è sempre stato considerato un tessuto di lusso. La Normandia e il Belgio sono generalmente considerati i luoghi privilegiati per la coltivazione del lino, ma le migliori tessiture sono in Italia.