Menswear Academy

Collo alla coreana – storia, origini e consigli di stile

Boggi Milano casual shirt Korean collar

Il collo alla coreana fa parte dei nostri look per la Primavera/Estate 2019 ed è in grado di donare a una camicia casual un tocco sportivo, minimal e chic. Ideale da indossare con un blazer e un paio di pantaloni o con dei bermuda e un paio di sneaker, le versioni di questo capo iconico comprendono colori di tendenza e tessuti freschi come 100% lino, cotone seersucker, cotone e cotone misto lino.

Storia del collo alla coreana

Il collo alla coreana ha una lunga storia alle spalle, il cui nome (noto anche come collo a fascia) riflette la sua area di origine, l’Estremo Oriente, anche se in realtà fece la sua prima apparizione nella Cina del XVII secolo, quando fu indossato dai burocrati della dinastia Qing. Mentre in Occidente questo stile iniziò a prendere piede con l’invenzione dei colletti staccabili a inizio ‘800, un’innovazione che permetteva al colletto di essere lavato e inamidato separatamente. A poco a poco gli uomini cominciarono a scoprire che la camicia era perfetta anche senza collo e che esprimeva uno stile minimal totalmente diverso dalla solita camicia da sera.

Collo alla coreana, smart, moderno e casual

Il collo alla coreana costituisce una delle migliori rappresentazioni dell’approccio smart casual, più smart di una T-shirt e al tempo stesso più casual di una camicia con collo regolare. Così potete decidere se trasformare il vostro look in più o meno formale, a seconda che decidiate di abbinare la camicia coreana a un blazer, a un paio di pantaloni e di mocassini per una serata elegante o a dei bermuda e a delle espadrillas per una giornata di mare.

Collo alla coreana, origini e varianti

Il collo alla coreana è anche strettamente legato a un altro modello di collo di giacche e camicie, il collo Mao o Mandarin ma leggermente diverso perché rialzato. Venne adottato da Mao Tse Tung e, successivamente, dai funzionari Cinesi. La giacca Nehru invece, ha sempre come segno distintivo il colletto rialzato ma prende il nome dal primo ministro indiano Jawaharlal Nehru che era solito indossare questa tipologia di giacca. Riportato alla ribalta dai Beatles, è stato anche impiegato nelle divise militari perché in grado di fornire protezione evitando però lo sfregamento altrimenti provocato dal più comune collo risvoltato.

Mao Tse Tung and Jawaharlal Nehru

Left, Mao Tse-Tung, 1925,; right, Jawaharlal Nehru (right) and Dwight D. Eisenhower, 1959. Both images in the public domain