Menswear Academy

Le combinazioni del blazer

Boggi Milano blazer

Il blazer è un’icona della moda, un elemento chiave nel guardaroba di qualsiasi uomo, importante nel definire il suo stile personale. Un blazer ben tagliato può essere indossato per aggiungere stile e carattere a jeans e T-shirt, pantaloni chino e camicia da sera. Anche se storicamente il blazer aveva alcune caratteristiche distintive – un taglio più disinvolto rispetto alla giacca di un abito, leggermente più formale di una giacca sportiva – nella collezione di Boggi Milano presenta una grande varietà di stili, dall’easy formal fino a rilassati look smart casual.

Blazer Napoli in pura lana

Questo look dimostra che un blazer, indossato con accessori appropriati, può diventare un capo adatto sia per la sera che per l’ufficio. Realizzato in lana hopsack Loro Piana Zelander Four Seasons S’130, viene ancor più esaltato dalla cravatta, dal gilet in merino e dalla pochette. È disponibile in due colori, bluette e blu navy.

Boggi Milano Napoli blazer BO19P048601 and BO19P048602-W1606

Blazer Brescia in cotone stretch

Questo blazer in cotone stretch si distingue per la trama del tessuto e per la tintura old che dona al capo un aspetto vissuto. Sfoderato e con spalle decostruite, offre un look rilassato e informale, perfetto con dei denim e un maglione girocollo.

Boggi Milano Brescia blazer BO19P108101

Blazer Mantova in pura lana

Il tessuto in lana hopsack 100% ha una texture marcata che conferisce a questo blazer un effetto tridimensionale. Sebbene la spalla decostruita e le tasche a toppa siano tipiche di uno stile casual, il colore blu scuro gli attribuisce un aspetto semi-formale che funziona alla perfezione con una polo, dei pantaloni chino grigi e un paio di sneaker per un look da ufficio impeccabile.

Boggi Milano Mantova blazer BO19P118701

Blazer Brescia in cotone misto lino

I look a strati sono una parte importante della collezione Primavera/Estate 2019 di Boggi Milano, come si può notare da questo outfit con giacca verde modello Brescia in cotone misto lino a spina di pesce con tintura old, spalla decostruita e tasche applicate. Lo proponiamo in abbinamento a una maglia in jersey di cotone verde, camicia blu a contrasto e a un paio di denim.

Boggi Milano Brescia blazer BO19P075605

Due versioni della storia del blazer

Esistono due storie che narrano l’origine sia del nome che del capo. La prima inizia con George Spencer, 2 ° Earl Spencer, bis-bis-bisnonno della principessa Diana. Nel suo ruolo di Primo Lord dell’Ammiragliato, nel 1797 ebbe il compito di trovare il nome per una nave della Royal Navy e la chiamò Blazer, il nome di uno dei suoi cani. Nella Royal Navy, i nomi delle navi vengono tramandati a quelle successive e il terzo dei sette H.M.S. Blazer che sono esistiti risale al 1834. Tre anni dopo, la regina Vittoria programmò una visita a H.M.S. Blazer e il comandante della nave, desiderando impressionarla, commissionò una versione elegante della giacca da marinaio, come parte dell’uniforme indossata in condizioni atmosferiche avverse. La nuova giacca era a doppio petto, con bottoni di ottone con il motivo dell’ancora con corda intrecciata. Un capo che fece presto tendenza nella Royal Navy, per poi essere imitato da uomini civili. Quindi, in questa versione, tutto è iniziato con un cane di nome Blazer!

Un indumento per rematori universitari

Blazer Etienne Mahler flickr

Photo Etienne Mahler/flickr

Lady Margaret Rowing Club blazers

Lady Margaret Rowing Club blazers, photo courtesy of Fiverlocker/flickr.com

La seconda versione inizia con i rematori di Cambridge che con il freddo indossavano giacche in flanella pesante per l’allenamento e le gare del primo mattino. Presto questi indumenti furono personalizzati per ogni club di canottaggio, con colori vivaci e motivi distintivi, così durante le gare gli spettatori potevano facilmente distinguere ciascun equipaggio. Più specificamente, i rematori del Lady Margaret Boat Club, fondato come parte del St. John’s College di Cambridge, indossavano giubbotti di un rosso molto vivace che acquisirono il nome di “blazer” in riferimento al loro colore infuocato. I rematori hanno iniziato a indossare i loro blazer sulla terraferma, dando origine a una moda – giacca colorata sopra pantaloni di un altro colore – che è diventata un classico dell’abbigliamento maschile. Il club fu fondato nel 1825 e un documento del 1852 afferma che il “blazer” rosso faceva parte dell’uniforme del club, quindi l’origine del termine dovrebbe risalire a quell’arco di tempo.